RSS

Il contratto di Agenzia Internazionale

21 Mar

Di seguito proponiamo un modello da utilizzare come base di partenza per la redazione di un contratto di agenzia internazionale.

CONTRATTO INTERNAZIONALE DI AGENZIA
INTERNATIONAL AGENCY CONTRACT

Tra
………………………………………
con sede in ……………………………………., in persona del legale rappresentante
Sig. ……………………………………..
(in seguito denominato “il Fabbricante”)

e
………………………………………..
con sede in ……………………………………., in persona del legale rappresentante
Sig. ……………………………………..
(in seguito denominato “l’Agente”)
SI CONVIENE QUANTO SEGUE

1. Territorio e Prodotti contrattuali
1.1 Il Fabbricante incarica l’Agente, che accetta, di promuovere la vendita dei prodotti indicati
nell’Allegato 1 (in seguito denominati “Prodotti contrattuali”) nel territorio indicato nell’Allegato 2
(in seguito denominato “il Territorio”).

2. Compiti dell’Agente
2.1 L’Agente si impegna a promuovere, al meglio delle sue possibilità, e secondo le ragionevoli
istruzioni impartitegli dal Fabbricante, la vendita dei Prodotti contrattuali nel Territorio, nonché a tutelare
gli interessi del Fabbricante con la diligenza di un buon commerciante. In particolare, l’Agente si impegna a visitare periodicamente, con frequenza proporzionata alla loro importanza, i clienti
attuali o potenziali del Territorio.

2.2 L’Agente trasmette al Fabbricante le richieste o gli ordini ricevuti, che quest’ultimo è libero di
accettare o rifiutare. Egli non detiene alcun potere di stipulare contratti in nome e per conto del Fabbricante,
nè di impegnare in qualsiasi modo quest’ultimo nei confronti di terzi.

3 Obbligo di non concorrenza
3.1 L’Agente si impegna, per tutta la durata del presente contratto, a non rappresentare, fabbricare,
né distribuire, senza il preventivo consenso scritto del Fabbricante, prodotti concorrenti con i
Prodotti contrattuali, né, comunque, ad agire, nel Territorio o altrove, direttamente o indirettamente,
in qualità di agente, commissionario, rivenditore, concessionario, o in qualsiasi altro modo, nell’interesse
di terzi che fabbricano o distribuiscono prodotti concorrenti con i Prodotti contrattuali.
3.2 L’Agente è invece libero di rappresentare, distribuire o fabbricare prodotti non concorrenti
(purché non nell’interesse di fabbricanti concorrenti), a condizione che egli ne informi in anticipo
per iscritto il Fabbricante (indicando dettagliatamente i tipi e le caratteristiche dei prodotti in questione)
e sempreché l’esercizio di tale attività non pregiudichi il puntuale adempimento degli obblighi
assunti con il presente contratto.

4 Solvibilità dei clienti
4.1 L’Agente è tenuto ad accertarsi, con la diligenza di un buon commerciante, della solvibilità
dei clienti di cui trasmette gli ordini al Fabbricante. Egli non trasmette ordini di clienti di cui conosce o
dovrebbe conoscere (usando l’ordinaria diligenza) la precaria situazione finanziaria, senza informarne
preventivamente il Fabbricante. Egli dovrà inoltre assistere il Fabbricante nel recupero dei crediti.

4.2 L’Agente non è autorizzato a ricevere pagamenti per conto del Fabbricante, se non previa specifica autorizzazione scritta di quest’ultimo.

5. Esclusiva

5.1 Il Fabbricante si impegna a non concedere nel Territorio a terzi il diritto di rappresentare o distribuire i Prodotti contrattuali.
5.2 Tuttavia, egli resta libero di trattare direttamente, senza l’intermediazione dell’Agente, con i clienti stabiliti nel Territorio: su tali affari spetterà all’Agente la provvigione di cui all’articolo 6.

5.3 Inoltre, il Fabbricante si riserva di trattare direttamente, senza che spetti all’Agente alcuna provvigione, con i clienti riservati indicati nell’Allegato 3.

6. Provvigione
6.1 L’Agente ha diritto alla provvigione indicata nell’Allegato 4, su tutte le vendite di Prodotti contrattuali concluse dal Fabbricante nel corso del contratto con clienti stabiliti nel Territorio (ad eccezione dei clienti riservati di cui all’art. 5.3).

6.2 E’ inteso che la provvigione di cui all’art. 6.1 verrà ridotta in misura da concordarsi quando risulti opportuno praticare al cliente prezzi o condizioni di vendita più favorevoli di quelli usualmente praticati dal Fabbricante.

6.3 La provvigione si calcola sull’ammontare netto delle fatture, cioè sul prezzo di vendita effettivo (dedotti eventuali sconti diversi dagli sconti di valuta), ad esclusione di ogni spesa accessoria (ad es. imballaggio, trasporto, assicurazione), oneri doganali, imposte o tasse.

6.4 Il diritto alla provvigione sorge solo con l’integrale pagamento della fattura da parte del cliente. In caso di pagamento parziale, purché effettuato in osservanza del contratto di vendita, il Fabbricante potrà concedere all’Agente eventuali anticipi, nei limiti delle disposizioni valutarie vigenti.

6.5 Il Fabbricante determina le provvigioni dovute all’Agente per ogni trimestre di calendario, trasmettendo all’Agente un conto delle provvigioni, che indicherà tutti gli affari in relazione ai quali la provvigione è dovuta. La provvigione verrà corrisposta entro il mese successivo alla fine del trimestre in questione.

7. Durata e scioglimento del contratto
7.1 Il presente contratto è a tempo indeterminato ed entra in vigore il giorno della firma.

7.2 Ciascuna parte potrà recedere dal contratto con un preavviso di tre mesi per i primi tre anni, di quattro mesi nel quarto anno, di cinque mesi nel quinto anno e di sei mesi a partire dal sesto anno di durata del rapporto. Il recesso dovrà essere comunicato alla controparte per iscritto con un mezzo di trasmissione che assicuri la prova e la data di ricevimento della comunicazione (ad es. lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, corriere, telex).

7.3 Il Fabbricante potrà recedere in ogni momento dal contratto senza osservare il preavviso, purché corrisponda alla controparte un’indennità sostitutiva del preavviso pari ad un dodicesimo della provvigione corrisposta  all’Agente nell’anno di calendario precedente per ogni mese della rimanente durata del contratto.

7.4 In caso di scioglimento del rapporto, l’Agente avrà diritto all’indennità di cui all’art. 1751
c.c., da calcolarsi conformemente all’Accordo Economico Collettivo stipulato il _________________ tra
le associazioni sindacali degli agenti e dei preponenti.

8. Scioglimento anticipato del contratto
8.1 Ciascuna parte può risolvere il presente contratto con effetto immediato, senza preavviso, mediante comunicazione alla controparte da effettuarsi per iscritto con un mezzo di trasmissione che assicuri la prova e la data di ricevimento della comunicazione (per es. lettera raccomandata con ricevuta di ritorno, telex, corriere), in presenza di un inadempimento contrattuale della controparte che costituisca giusta causa di recesso in tronco (conformemente all’art. 8.2) o in presenza di circostanze eccezionali che giustifichino la risoluzione
anticipata (secondo quanto stabilito all’art. 8.3).

8.2 E’ considerata giusta causa di recesso immediato, ai sensi dell’art. 8.1, qualsiasi violazione
degli obblighi contrattuali di gravità tale da non consentire la prosecuzione anche provvisoria del
rapporto contrattuale su una base di fiducia reciproca. Le parti convengono inoltre di considerare
in ogni caso, ed indipendentemente dalla gravità della violazione, come giusta causa di recesso immediato
la violazione degli articoli 3, 4 e 5 del presente contratto. E’ considerata altresì giusta causa di recesso immediato la violazione di qualsiasi altro obbligo contrattuale cui la parte inadempiente non ponga rimedio entro un termine ragionevole, dopo esser stata intimata per iscritto a farlo dalla controparte.

8.3 Costituiscono circostanze eccezionali che giustificano il recesso senza preavviso: fallimento, concordato o qualsiasi procedura concorsuale cui sia sottoposta una delle parti; morte o sopravvenuta incapacità dell’Agente; condanne civili o penali dell’Agente o altre circostanze che possano pregiudicarne il buon nome o ostacolare lo svolgimento regolare della sua attività; inoltre, nel caso in cui l’Agente sia una società, ogni modifica importante
nella struttura giuridica o negli elementi dirigenti della società agente.

9. Legge applicabile – Foro Competente

9.1 Il presente contratto è disciplinato dalla
legge italiana e dall’Accordo Economico Collettivo
stipulato tra le associazioni sindacali degli agenti
e dei preponenti il 20 marzo 2002.
9.2 Per qualsiasi controversia derivante dal
presente contratto o collegata allo stesso sarà esclusivamente
competente il Foro della sede del
Fabbricante. Tuttavia, in deroga a quanto stabilito
sopra, il Fabbricante ha comunque la facoltà di
portare la controversia davanti al giudice competente
presso la sede dell’Agente.

L’Agente dichiara di approvare specificamente, ai sensi dell’art. 1341 c.c., le seguenti clausole del presente contratto:
Art. 3.1 – Obbligo di non concorrenza
Art. 4 – Solvibilità dei clienti
Art. 7 – Durata e scioglimento del contratto
Art. 8 – Scioglimento anticipato
del contratto
Art. 10 – Legge applicabile – Foro competente
…………………………………….
(l’Agente)

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

 
%d bloggers like this: